Terzo e ultimo incontro con i ragazzi dell’oratorio San Michele

Oggi si è conclusa la nostra partecipazione ai laboratori estivi dell’oratorio San Michele con il terzo appuntamento.

Pensavamo di incontrare un numero esiguo di ragazzi a causa delle meritate vacanze estive ed invece, anche oggi abbiamo rivisto con gioia i “veterani” che ci hanno seguito dal primo incontro e nuove leve che con entusiasmo hanno ricevuto il battesimo della materassina.


Bello e soddisfacente vedere i loro volti accaldati (non solo dall’afa) mentre si scaldano con il nostro Moreno sempre pronto ad affrontare la prima parte di preparazione atletica.


Ancor più vedere i volti estasiati dalle spiegazioni del maestro Michele, serafico, ma determinato ad ottenere dalla singola lezione sempre il meglio, il massimo per ogni atleta.


Ukemi, immobilizzazioni, proiezioni, lotta a terra, ormai termini conosciuti dai nostri affezionati e imparati velocemente dai nuovi ragazzi.


Entusiasmo, divertimento, sano spirito agonistico, voglia di provare e mettersi in gioco. Tutto questo fa di ogni singolo bambino, bambina, ragazzo, ragazza, un Atleta.

Ovviamente ancora grazie a Don Walter, ad Adele e tutto il consiglio pastorale per averci concesso gli spazi e ovviamente a Paolo e Laura della Asd Mon Club di Appiano Gentile, e Asd Lario Scuola Judo, per averci prestato la materassina ma soprattutto per il sostegno umano e fisico.
Per ora buone vacanze e vi aspettiamo a settembre per ricominciare ad allenarci tutti insieme!!!!

Livigno Summer Camp 2017

Oggi domenica 2 luglio è iniziato il Livigno Summer Camp 2017 organizzato dalle nostre associazioni gemellate: Mon Club Judo, Asd Lario Scuola Judo  e Scuola Judo Monza.


Per noi una grandissima opportunità di partecipare come ospiti e sostegno all’organizzazione e “rubare ” qualche piccolo trucco del mestiere, che ci servirà il prossimo anno come protagonisti e organizzatori in prima linea con i nostri piccoli e grandi atleti.

Dal prossimo anno, le attività sportive del Kodokan Rho non termineranno con il periodo scolastico ma per chi lo vorrà ci sarà la possibilità di proseguire gli allenamenti anche durante il periodo estivo con una settimana tutta dedicata al nostro sport in una delle più belle località turistiche della nostra regione.

Judo, gioco, divertimento, svago e tanta voglia di stare insieme.

Secondo appuntamento con i ragazzi dell’oratorio feriale San Michele

Oggi si è tenuto il secondo appuntamento con i ragazzi dell’oratorio feriale San Michele.

Chi aveva già partecipato settimana scorsa ha dimostrato di aver appreso le prime fondamentali regole del nostro amatissimo sport. I ragazzi si sono accostati alla materassina, togliendosi le scarpe e accennando il saluto che hanno visto eseguire dagli istruttori Michele Scardamaglia e Francesco Balconi e dai piccoli judokas. Si sono seduti e hanno atteso l’inizio della “lezione”.

Il tutto è partito come sempre dal riscaldamento, fatto di capriole, ruote, cadute ed esercizi a terra. E’ stato il nostro Moreno a gestire questa prima importantissima parte.

Oggi abbiamo avuto il piacere di avere nostri ospiti due grandi amici: Paolo Piacenti e Laura Di Adamo i Tecnici federali del Mon Club Judo e Lario Scuola Judo della provincia di Como con due loro bravissimi atleti, Tito e Caroline.

Laura ha proposto un divertentissimo gioco ai nostri ragazzi, spiegando non solo l’esecuzione tecnica  basato prevalentemente sulle prese, ma anche l’essenza più profonda  che consisteva  nel gioco di squadra e la collaborazione per il raggiungimento dell’obiettivo comune.

Ovviamente  il momento più atteso, è stata la lotta a terra, dove i ragazzi hanno dimostrare tutto quello che stanno imparando cimentadosi anche con i nostri atleti.

Divertimento, gioco, confronto, rispetto dell’avversario, (guardate come questo atleta di 15  anni si fa mettere al tappeto da questa piccolissima judoka)

Ecco  gli elementi che contraddistinguono questi incontri e che sono alla base del nostro sport e della nostra associazione.

Per finire,  i nostri atleti hanno eseguito una sequenza di proiezioni, per dimostrare quanto possa essere dinamico e divertente il judo.

E come la scorsa volta anche oggi la richiesta è stata quella di provare ancora, imparare ancora, divertirsi ancora.

Grazie ai nostri ospiti, grazie ai ragazzi di San Michele, vi aspettiamo per l’ultimo incontro il prossimo 11 luglio.

 

 

 

 

 

 

Primo incontro con i bimbi e i ragazzi dell’oratorio feriale San Michele

Bambini e ragazzi dell’oratorio San Michele hanno aderito entusiasti e partecipi all’iniziativa promossa dal Kodokan Rho in accordo con la Parrocchia San Michele.

Ben 18 bambini/e e ragazzi/e, hanno condiviso con i nostri istruttori e tecnici la materassina appositamente allestita negli spazi messi a disposizione.

Michele Scardamaglia, Francesco Balconi, Moreno Oliva e una piccola rappresentativa dei giovani judokas, hanno inizialmente mostrato le prime basilari regole del judo, il saluto, il riscaldamento, le cadute, le prime proiezioni.

Ma poi lo spazio è stato tutto per i nostri ospiti che ordinati ma entusiasti hanno ascoltato e poi eseguito capriole, ruote, cadute, immobilizzazioni e l’ebrezza di un combattimento a terra!!!

Poi ancora Michele Scardamaglia ha eseguito il primo gruppo del Nage No Kata e Francesco Balconi e Moreno Oliva un po’ di proiezioni in perfetto stile gara.

Sorrisi, curiosità e tanta voglia di provare emergeva dal gruppo che al termine del tempo dedicato al laboratorio ha chiesto a gran voce una nuova giornata di judo.

Grazie alla parrocchia San Michele che ci coadiuva in questa iniziativa, avremo altre due giornate di incontri, martedì 27 e martedì 11 luglio.

Vi aspettiamo ancora così numerosi e entusiasti.

Grazie a tutti!!!

 

Il 20 giugno i bimbi incontrano il judo all’oratorio feriale San Michele

Il 20 giugno, presso l’oratorio feriale San Michele Arcangelo di Rho, i nostri tecnici federali intratterranno, durante la mattinata, i bambini dell’oratorio con i primi rudimenti del judo.

Verrà allestita la materassina negli spazi messi a disposizione e tutti i bambini e le bambine di ogni età, potranno cimentarsi con le prime cadute (ukemi), le capriole e le prime basilari tecniche di proiezione.

Un modo divertente ed unico per avvicinarsi al judo, lo sport basato sul rispetto di sè stessi e degli altri,  che insegna l’importanza della vittoria ma soprattutto della sconfitta.

Il movimento del proprio corpo, la percezione di se stessi nello spazio, la capacità di rispondere velocemente agli stimoli, analizzare le situazioni e modificare le proprie scelte, tutto questo insegna il judo, scuola soprattutto di vita prima ancora che disciplina sportiva.

Buon judo a tutti!!!

 

 

La nostra comunicazione

Da oggi, inizia la distribuzione del nostro volantino, spiritoso, colorato, dedicato ai bambini.

Ma il judo è rivolto a chiunque.

Al kodokan rho è insegnato con serietà, amore e dedizione.

I nostri tecnici federali hanno  competenza e professionalità  ma soprattutto il metodo giusto per ogni bambino, giovane o adulto.

Vieni a trovarci, proverai con mano la magia di questo sport, l’entusiasmo e la passione delle persone che lo vivono!!!

Il judo che si insegna ai bambini

Il Judo, fisicamente basato sulla completa efficienza di tutti i gruppi muscolari, necessita, prima che venga iniziata la parte specifica vera e propria, sia per i bambini sia per gli adulti, che l’organismo venga messo nelle condizioni ideali per la massima efficienza e, per questo fine, alla base del Judo vi è una preparazione fisica scrupolosamente studiata che, attraverso tutta una serie di esercizi graduali, tenderà a rendere armonicamente efficienti tutti i gruppi muscolari.
Ai bambini bisognerà presentare il Judo come un gioco, un passatempo, che li tenga occupati e li interessi il più possibile, facendo pensare loro che per alcune azioni possano fare più di quanto in realtà sia vero.

Non deve prevalere il principio della superiorità degli uni sugli altri, ma uno spirito emulativo di abilità che porti tutti allo stesso livello di bravura dimostrativa, prima di cominciare, con i più grandicelli, con la bravura competitiva.

I genitori dovranno collaborare perché il frequentare e praticare il Judo sia considerato dal bambino un premio per la sua attività scolastica e domestica. Il beneficio sarà allora duplice: si avranno migliori risultati nello studio, più mansuetudine nella vita casalinga, maggiore attaccamento allo sport-Judo così che nel tempo si potranno raccogliere benefici educativi e sportivi, formando ottimi cittadini e persone buone.

Questo, in definitiva, è il fine del significato dell’ideogramma JU-DO, così come ce lo ha insegnato il suo fondatore, il Professor Jigoro Kano.

JU-DO significa “Via della cedevolezza”, dove JU sta ad indicare la facoltà di adattamento. Ciò significa che ogni ostacolo che troviamo sul cammino va rimosso in base alla sua struttura ed al modo nel quale si presenta.

Non possiamo conoscere la forza di chi ci si oppone, ma possiamo sentire la direzione e, agevolando la sua strada, lo allontaniamo dalla nostra.

Se ti spingono, facilita l’azione tirando, se ti tirano spingi. Questa è la massima che riassume il JUDO.

Incanalare le forze ostili nella direzione a cui tendono, seguirle un po’, quindi lasciarle procedere da sole. 

Questo è il vero JUDO.

Tratto da  www.educajudo.it

Perchè scegliere Judo fra tanti sport ?

In questo breve articolo vogliamo dare qualche spunto di riflessione a tutti gli adulti  che devono valutare  o consigliare  lo sport da far praticare ai propri figli.
Perchè troppo spesso la scelta dei genitori si basa sulla prossimità della palestra o del centro sportivo più vicino e comodo da raggiungere,  o sulle proprie preferenze e attitudini.

Noi vorremmo soffermarci invece su alcuni elementi importanti  che spesso non vengono erroneamente associati al judo,  ma che fanno di questa disciplina la più completa dal punto di vista psicofisico fra tutti gli sport:

  1. il Judo é adatto ai bambini ai quali favorisce la coordinazione psicomotoria, la formazione ed il consolidamento del carattere,
  2. il Judo é sfogo ottimale per bambini sempre sereni ed equilibrati,
  3. il Judo attraverso la gara, gli esami periodici, il continuo contatto col Maestro é formazione permanente ed altrettanto permanente verifica,
  4. il Judo é presa di coscienza di sè stessi sotto il profilo fisico e psichico,
  5. il Judo è rispetto per se stessi, l’avversario, buona educazione, socialità, cultura, vivere insieme, crescere insieme in una attività a misura d’Uomo e per l’Uomo,
  6. il Judo fa raggiungere l’ equilibrio psicofisico a tutti i praticanti,
  7. il Judo fà scomparire le tensioni e le ansie che si accumulano nelle nostre giornate di intenso lavoro, di preoccupazione, di grande impegno,
  8. il Judo é uno Sport per tutti, bambini, ragazzi, giovani d’ambo i sessi,
  9. il Judo é Sport Olimpico,
  10. il Judo é anche momento di incontro e socializzazione.

Se vi abbiamo minimamente incuriosito e avete voglia di saperne di più, qui di seguito troverete link a studi ed approfondimenti.

http://www.pediatric.it/judo.htm

http://www.educajudo.it/it/articoli/Il-Mondo-Dei-Bambini/

http://www.mammaimperfetta.it/2014/02/17/judo-per-bambini/#.WRtt-TrOPqA
Se invece avete voglia di provare, venite a trovarci!!!

 

Kodokan Rho

A breve a Rho aprirà una nuova “via della conoscenza”: il Kodokan Rho

Istruttori e tecnici Coni, terranno corsi di judo per bambini e di difesa personale per adulti.

Se vuoi maggiori informazioni chiama

Michele 338 1764922

Francesco 340 1751778

o scrivi a

info@ggg.kodokanrho.it